We use cookies to improve your browsing experience and to let you purchase items on our website. If you scroll or click here you accept the use of cookies.
Back to
Pellicangeli
Diary • 07 maggio, 2018

Osservavo le opere in mostra nello spazio che accoglie l’archivio storico del Maestro Tadini; che emozione. I miei occhi poi, vengono inaspettatamente catturati da un battito di ali, e non era quello di Horus. Erano pellicani, le foto dei pellicani del lago Kerkini. Questo lago, situato nella macedonia greca, al confine con la Bulgaria, è abitato da una popolazione stanziale di Pelecanus Crispus i più grandi tra tutte le specie esistenti di pellicani. Sono amici dei pescatori perchè tengono lontani i voraci cormorani. In queste foto, l’autore Roberto Manfredi, li ha trasformati in angeli. Con la sua tecnica, un uso creativo del mosso e del flash e senza alcun uso del fotoritocco, l’immagine di questi uccelli trasfigura, mettendo in evidenza la loro energia in essenza quasi fossero angeli. Superando la visione puramente documentaristica della fotografia dedicata alla Natura, queste foto si avvicinano all’arte pittorica, provocando in chi le guarda l’emozione forte data dalla vera bellezza.
In mostra allo Spazio Tadini fino al 19 maggio.
www.spaziotadini.com 

































Tadini, pellicangeli, pellicani, mostra, arte Natura, fotografia
ultimi post