We use cookies to improve your browsing experience and to let you purchase items on our website. If you scroll or click here you accept the use of cookies.
Back to
Harbin 2017 - Waste Couture Show
Diary • 26 gennaio, 2017

Siamo andati a sfilare la Waste Couture ad Harbin, alla Harbin Fashion week giunta alla sua sesta edizione.

Siamo andati perché Paolo de Grandis, di PdG Arte Communications, ci ha presentato e accompagnato anche con la gentile Sofia Arango, che ringrazio anche per il supporto pratico che ha saputo darmi. Con loro sono stati giorni belli per la loro professionalità e simpatia.

Organizzata dall’elegante e in stile Madame Wang l’evento si svolge sempre presso i padiglioni all’interno del museo di arte contemporanea di Harbin, il Westred Art Museum and Gallery, da lei voluto e comprensivo di un gigante ed elitario Shopping Mall.

Tutto questo è stato fortemente voluto da lei perché il suo obbiettivo è quello di portare arte e moda vicini al grande pubblico.

Nel museo, inaugurato da poco, era in esposizione la mostra dell’artista taiwanese Chen Zhiguang famoso per le sue formiche (parlerò di lui in un prossimo post).

Gli stilisti invitati alla manifestazione erano tanti e diversi, provenienti da tutte le parti del mondo.

Interessante davvero per questo. Fashion designers cinesi, canadesi, russi, armeni, ucraini, thailandesi, coreani, indonesiani, israeliani, americani, vietnamiti, filippini, australiani, mongoli, giapponesi e da ogni paese dell’Europa si sono esibiti rendendo visibile la moda nel mondo di oggi.

La sua profonda diffusione e i suoi mille volti in questi giorni l’hanno a noi mostrata diversa e più  volte anche molto vicina al costume e alla tradizione.

Con la globalizzazione avviene infatti un fatto strano, la moda torna a essere più local.

Noi comunque abbiamo portato i designer Waste Couture: 4 brands di alcuni abbiamo già parlato i giorni scorsi.

Abbiamo tenuto interviste e conferenze non solo per mostrare bel design ma anche per parlare del nostro esempio di moda sostenibile, una grande opportunità.

Abbiamo fatto una sola sfilata e comunitaria.

Sotto il cappello della corona con gli occhiali hanno sfilato:

Silvia Giovanardi
(www.silviagiovanardi.com)









Rapa Milano
(www.rapamilano.com)










Sartoria Francesco Cecchini










Venette Waste
(www.venettewaste.com)











Guarda anche il video completo della sfilata cliccando nel link qui sotto:
https://www.youtube.com/watch?v=4luHZCbTmp4 

Waste Couture, Venette Waste, Web Fashion Academy, show, sfilata, stile, moda, sostenibilità, Harbin Fashion Week, arte
ultimi post