We use cookies to improve your browsing experience and to let you purchase items on our website. If you scroll or click here you accept the use of cookies.
Back to
Ugo Masini Fashion Revealer #mfw2017
Web Fashion Academy • 28 febbraio, 2017
Domenica 26 febbraio in via Spiga 1, il Fashion Revealer Ugo Masin, ha presentato la sua collezione per la Milano Fashion Week partecipando al progetto Waste Couture.



Per Ugo lo stile è sostenibilità, oltre ad amare profondamente la Natura si ispira all'arte architettonica e alle geometrie e questo è un altro motivo per cui Ugo piace tanto a Venette.

Ugo Masini nasce a Latina il 24 gennaio 1981, dopo aver conseguito gli studi presso il Liceo Artistico di Latina si iscrive all'Università "La Sapienza" di Roma con indirizzo Scienze del Costume e della Moda.
Durante il suo percorso universitario inizia parallelamente l'attività di costumista teatrale e di stylist per servizi fotografici di moda cucendo a mano ogni sua creazione e proponendo il progetto personale di “Reciclostyle”, che darà vita alle "Le Gout Interieur". Il processo di Reciclostyle parte dalla scelta di utilizzare tessuti abbandonati. Dai mercatini ai fornitori industriali tessili, così sceglie i tessuti per le sue creazioni, quei tessuti che sarebbero stati privati anche del loro primo ciclo vitale. Un compito per dare la possibilità di performance a tessuti che altrimenti non l’avrebbero avuta, ed evitare di aggiungere nuovi carichi di produzione in un mondo sovraffollato dagli stessi. Ora e in futuro vuole allargare i suoi orizzonti iniziando a sperimentare quei tessuti che sostituiscono l’uso animale (seta di soia, fibra di bambù, cotone biologico, ecc).
"Le Gout Interieur" è il nome scelto per una collezione di abiti basati sul riutilizzo e sulla rivisitazione di capi usati. Il progetto prende forma negli anni subendo evoluzioni e cambiamenti, gli stili si mescolano come i tagli e le stampe, e si spazia dal vintage fino agli anni 80 con il risultato che tutto sembra essere messo in discussione.
Vince per due anni consecutivi il MarteLive nelle edizioni 2010/2011 nella sezione Moda&Riciclo e riceve in premio la possibilità di esporre i suoi capi a Londra, nella eco boutique di Lidia Firth.
A seguito di questa vittoria, i suoi lavori vengono inseriti nel libro 'Young Blood', riferimento nel settore per i giovani talenti italiani premiati nel mondo.
 
Nel 2014 si trasferisce a Milano e presenta la sua collezione Fall Winter in occasione della Fashion Week, a cui seguirà anche quella della Spring Summer.

Nel 2016 entra in contatto con la Web Fashion Academy e sceglie di divenire  Fashion Revealer del progetto WASTE COUTURE, nell’intento di affinare e migliorare, ancora di più nel tempo, la via del progetto virtuoso dell’eco sostenibilità nella moda.


La collezione "ARCHIVE" FW 17/18 del brand Le Goût Intérieur è un esercizio di stile in cui ogni cosa viene messa in discussione, forme del corpo, maschile e femminile, tecniche di sartoria, modernità e tradizione.



La visione sembra viaggiare nel tempo raccogliendo influenze tra Oriente ed Occidente, dando vita a forme geometriche, particolari sorprendenti, e richiami alle linee architettoniche.



Gli abiti risaltano per il purismo dei volumi, e il contrasto tra i toni pastello miscelati al bianco e nero. In questo mix i capi acquistano un lirismo proprio, che ne evidenzia lo spirito.



La scelta dei tessuti aggiunge contenuto alla narrazione, e la donna appare contemporanea, dinamica e completamente a suo agio nella dimensione metropolitana.



Lo stile LE GOUT INTERIEUR trae ispirazione dalla storia e dall'osservazione del quotidiano, dalla linea di passaggio che segna il presente e il futuro prossimo.



I volumi e le geometrie rappresentano i cardini attorno a cui le idee si sviluppano e crescono.



Le stampe, la neutralità dei tessuti e gli accessori ricercati aggiungono carattere con semplicità.
Pezzi unici dallo stile metropolitano e dal cuore pulsante che raccontano l'evolversi della femminilità nell'era moderna.



moda sostenibile, stile, waste couture, web fashion academy, ugo masini, fashion revealer, le gout interieur, mfw 2017, studio spiga, artlover, moda, sostenibilità
ultimi post