We use cookies to improve your browsing experience and to let you purchase items on our website. If you scroll or click here you accept the use of cookies.
Back to
Tiziano Guardini Fashion Revealer #mfw2017
Web Fashion Academy • 22 febbraio, 2017
Domenica 26 febbraio in via Spiga 1, il Fashion Revealer Tiziano Guardini, presenterà la sua collezione per la Milano Fashion Week partecipando al progetto Waste Couture.



Il mondo sta riscoprendo quel legame eterno con la Terra che ci ospita e con la vita in esso racchiusa, e a questa emozione Tiziano Guardini è assolutamente sensibile.



Così si apre la lettera che presenta l'ultimo lavoro di Tiziano Guardini: "Three days to butterfly".



Una collezione realizzata mettendo al centro dell'attenzione la "Seta non violenta", anche chiamata Ahimsa Silk o seta di Gandhi.



Un materiale che si può usare permettendo ai bachi da seta di compiere il loro pieno ciclo evolutivo: una volta formati i bozzoli non viene interrotto il loro passaggio allo stadio successivo, adulto, come invece avviene nella seta tradizionale per impedire che le crisalidi uscendo proprio dai bozzoli, rompano la continuità del filo.



Questo tipo di filato nasce dalla raccolta dei bozzoli ormai abbandonati e ritessuti come si tratterebbe una fibra corta.

 

Tiziano Guardini crede fortemente nell'indiscutibile preziosità della vita e di ogni singolo istante in essa.



Proprio per questo motivo il risultato rivela capi dalle forme che scivolano leggeri sul corpo, senza costrizioni, quasi fossero la prosecuzione del corpo stesso. 



Abiti, gonne, pantaloni, giacche, cappotti, alternano manifatture diverse e vestono una donna in perfetta armonia con la madre Terra, quella Terra che l'ha generata e vestita, impreziosendola con gli ingredienti naturali, grezzi che consentono la realizzazione di tessuti e accessori che amiamo notare meravigliosi solo quando vengono mantenuti semplicemente più vicini alle loro origini.



Basterà poi il lavoro di Tiziano ad enfatizzarne altri aspetti nei suoi modelli, per aggiungere bellezza e personalità a quell'ideale di donna che si proietta nel contesto urbano con un nuovo disincanto, quello dato da una ritrovata libertà.
moda sostenibile, natura, alberi, albero, waste couture, web fashion academy, tiziano guardini, fashion revealer
ultimi post