We use cookies to improve your browsing experience and to let you purchase items on our website. If you scroll or click here you accept the use of cookies.
Back to
La multinazionale Italia
Diary • 08 settembre, 2018





Un motivo per cui mi piace Starbucks a Milano in realtà c'è.
Il suo modo di attuarsi sul nostro territorio ha consentito un'ibridazione; sapendo di venire a vendere il caffè a casa dei caffettieri, ha scelto complici strategici che potessero permettergli di realizzare addirittura un'azione di comunicazione greenwashing.
Il tentativo di mitigare il colonialismo americano con partner del made in Milano e della sostenibilità della moda conferma che i nostri modelli locali sono per noi popolo italiano, non solo un riferimento inprenscindibile, ma una forza che da sempre ci fa riconoscere nel mondo. Il problema è che spesso quersta forza la sottovalutiamo. Ho letto in questi giorni di commenti critici del tipo: "perchè non abbiamo pensato noi di fare la multinazionale del caffè" questo atteggiamento è il vero pensiero provinciale . Noi siamo la multinazionale Italia, una rete composta da centinaia di migliaia di diverse realtà una più variopinta e fantasiosa dell'altra, un modello unico e impossibile da replicare che il mondo desidera. Non sottovalutiamo mai questa forza e apriamo le nostre menti a questa visione sistemica che ha permesso anche ad un colosso come Starbucks di mostrarci il suo tallone d'Achille.
La multinazionale Italia è un modello perfetto di economia sostenibile in quanto si realizza in una dimensione a rete, orizzontale senza vertici piramidali e schemi gerarchici. Il modello che può essere esempio per tutti per realizzare il cambiamento obbligato e necessario ai fini della sopravvivenza della biosfera per l'equilibrio che consentirà benessere vitale anche alle generazioni future.
multinazionale, italia , economia sostenibile, rete
ultimi post